Presentazione del corso
Il Corso di formazione PSS FMSI si propone l’obiettivo di preparare gli operatori sportivi, presenti sui campi di gara, ad affrontare ogni tipo di emergenza, traumatica e non, in base ai rischi specifici di ogni sport.

Il Corso è stato progettato in riferimento alle linee-guida scientifiche PSS-D FMSI, già approvate dal CONI e, poi, recepite dal Decreto del Ministero della Salute del 24 aprile 2013 (cd. “Decreto Balduzzi”) che all’art. 5, comma 7, tra l’altro, dispone che “[…] Il Coni, nell’ambito della propria autonomia, adotta protocolli di Pronto soccorso sportivo defibrillato (PSSD) della Federazione Medico Sportiva Italiana […]”.

Vero elemento distintivo e caratterizzante il Corso è la valutazione del rischio specifico (VRS) per disciplina sportiva, considerato sia in gara che in allenamento, e l’intervento su tutti gli organi e apparati, e non solo sul sistema cardio-polmonare, proprio del BLSD (Basic Life Support – Defibrillation). Infatti, gli episodi di emergenza cardiocircolatoria sono numericamente limitati rispetto agli eventi traumatici in confronto con quanto accade nella società civile o anche nei riguardi dello spettatore di un evento sportivo.

Premesso che a questo Corso possono accedere coloro che hanno ottenuto la certificazione all’utilizzo del Defibrillatore Semiautomatico, il programma del Corso si divide in 4 Moduli di lezioni frontali:

• un primo modulo di introduzione generale alla materia, che prevede anche un inquadramento sull’organizzazione preventiva dell’emergenza nella struttura ove si svolge l’evento sportivo (MOGESS – Modello Organizzativo di Gestione delle Emergenze Sanitarie nello Sport)

• un secondo modulo dedicato alle più comuni emergenze/urgenze mediche

• un terzo modulo dedicato alle emergenze/urgenze traumatiche minori (traumi segmentari e altre urgenze)

• un quarto modulo dedicato al trauma maggiore.

Il programma del Corso prevede anche dei video-tutorial per la simulazione delle tecniche di gestione del trauma, immobilizzazione corretta e pick-up.

Al termine del percorso formativo l’operatore sportivo avrà ottenuto una formazione specifica per affrontare ogni tipo di emergenza traumatica e/o medica, su tutti gli apparati soggetti a rischi specifici (in gara e in allenamento) nei vari sport, quali ad esempio concussione cerebrale, traumi addominali, nasali ed oculari, traumi osteo-articolari, ecc.



AIM Education - AIM Group International
Via G. Ripamonti 129 - 20141 Milano
Tel. +39 02 56601.1 - Fax +39 02 70048585
e-mail: cme@aimgroup.eu - www.aimeducation.it